CHI SIAMO

Nata dalla passione e dalla competenza nel settore dell’ala rotante di Vittorio Magni, la Magni Gyro ricopre oggi un ruolo importante nel mondo dell’autogiro con prodotti internazionalmente conosciuti come simbolo d’affidabilità e sicurezza. Gli Autogiri Magni vengono esportati in tutti i sei continenti, assolvendo compiti sia di tipo diportistico o sportivo, sia impieghi più specifici ed impegnativi. Le caratteristiche tecniche e costruttive delle macchine le rendono estremamente versatili, di facile utilizzo e a basso costo d'esercizio.

Il FONDATORE VITTORIO MAGNI

Nato nel 1938 in provincia di Milano, inizia a lavorare presso la G. Agusta S.p.A. nel 1956, operando nei settori trasmissioni, motori, cellule oltre che in linea di volo e "Sperimentale". Nel'63diviene specialista alla divisione elicotteri della Montecatini, maturando esperienze nel campo dei trattamenti agricoli e della disinfestazione aerea con l'utilizzo di elicotteri. Il '64 lo vede costituire, in società con un pilota proveniente dalla stessa azienda, la Elitaliana, specializzata nel lavoro aereo e molto attiva nel settore dei trattamenti agricoli. Nel 1967, Vittorio Magni acquista, negli Stati Uniti, i piani di costruzione dell'autogiro Bensen. Sarà il primo autogiro volante in Italia. Da quel momento, sviluppa e realizza una lunga serie di prototipi mono e biposto, sempre più perfezionati. Nel '68 viene interpellato, per la sua esperienza, dalla Silvercraft S.p.A. nuova azienda aeronautica in procinto di realizzare un elicottero leggero "SH4". Presso la Silvercraft ricopre l'incarico di capo della linea di volo e consegue il brevetto di pilota elicotterista. Nel '86 costituisce la VPM s.n.c. con un reparto specializzato nella lavorazione dei compositi, per produrre particolari destinati a soddisfare la sempre crescente richiesta di varie aziende aeronautiche (Agusta S.p.A., Aerea S.p.A., ecc.). Il primo importante successo commerciale giunge nel 1987, quando la VPM stipula un contratto con la spagnola Cenemesa conferendo la licenza di costruzione di due autogiri: l'MT-5 monoposto e l'MT-7 biposto, entrambi motorizzati Arrow. Nel 1996 la VPM diventa Magni Gyro, impostando una politica aziendale sempre più rivolta al perfezionamento dei modelli ormai collaudati ed alla progettazione di nuovi prototipi. Un'attività con tutte le premesse per un ottimo sviluppo.

LA MAGNI GYRO

L'azienda si estende su una superficie di oltre 2000mq all’interno della quale sono stati allestiti tre compartimenti principali: materiali compositi, strutture e montaggio. Tali reparti, pur essendo semi dipendenti, interagiscono tra loro per garantire una produzione affidabile, redditizia e capace di programmazioni a lungo termine sia nella produzione standard che nella realizzazione di prototipi. Importante è altresì l'apporto di ditte esterne di elevato spessore qualitativo per la realizzazione di particolari macchinati, realizzati sempre su disegno della Magni Gyro.

I nostri reparti:

  • Impregnazione manuale e tecniche stratificazione sandwich, lavorazione vetro, carbonio, kevlar, resine epossidiche/poliuretaniche
  • Rifinitura, sgrossatura pezzi.
  • Verniciatura.
  • Sala bilanciamento pale.
  • Carpenteria leggera.
  • Saldatura TIG (alluminio, acciaio.)
  • Montaggio assiemi.
  • Montaggio definitivo macchina.
  • Test impianti.
  • Revisioni.

Importante è inoltre l'apporto di ditte esterne di elevato spessore qualitativo, per la realizzazione di particolari macchinati, sempre su disegno della Magni Gyro.

Credits M.W.N.